Dr.ssa Anna Tripi

Fisioterapista specializzata presso l’Università La Cattolica di Roma al Master in Fisioterapia dello Sport.

Le esperienze lavorative in numerose strutture pubbliche del territorio, nel privato domiciliare e in ambito sportivo mi hanno negli anni condotta alla gestione della squadra A1 basket femminile di Termini Imerese, alla partecipazione all’Internazionale di pugilato EUBC 2014 di Assisi, al Golden Gala di Roma 2017, all’assistenza fisioterapica delle Frecce Tricolore durante la tappa palermitana nel Luglio del 2018.

Specializzata in Disordini Cranio-Cervico-Mandibolari (Cadaver Lab, Università Descartes di Parigi), Terapia Miofasciale, Terapia emicrania e stati vertiginosi, Trattamento delle patologie Flebolinfatiche, Trattamenti di prevenzione e benessere, Fisioterapia edemi facciali e Trattamento del dolore acuto e cronico, con il preziosissimo supporto di Giulia dirigo oggi il mio studio professionale RIABFARM nella mia città natia.

CONTATTAMI ORA

Dr.ssa Anna Tripi

Fisioterapista specializzata presso l’Università La Cattolica di Roma al Master in Fisioterapia dello Sport.

Le esperienze lavorative in numerose strutture pubbliche del territorio, nel privato domiciliare e in ambito sportivo mi hanno negli anni condotta alla gestione della squadra A1 basket femminile di Termini Imerese, alla partecipazione all’Internazionale di pugilato EUBC 2014 di Assisi, al Golden Gala di Roma 2017, all’assistenza fisioterapica delle Frecce Tricolore durante la tappa palermitana nel Luglio del 2018.

Specializzata in Disordini Cranio-Cervico-Mandibolari (Cadaver Lab, Università Descartes di Parigi), Terapia Miofasciale, Terapia emicrania e stati vertiginosi, Trattamento delle patologie Flebolinfatiche, Trattamenti di prevenzione e benessere, Fisioterapia edemi facciali e Trattamento del dolore acuto e cronico, con il preziosissimo supporto di Giulia dirigo oggi il mio studio professionale RIABFARM nella mia città natia.

CONTATTAMI ORA

METODO E APPROCCIO

La presa in carico del paziente inizia con un’attenta valutazione funzionale del suo quadro clinico, dove vengono individuate parimenti capacità e problematiche.

Un attento progetto riabilitativo individualizzato, tempi di recupero più brevi rispetto ai piani terapeutici standardizzati, meno dolore in meno tempo!

Educo il paziente alla prevenzione, per evitare una recidiva, disciplinandolo secondo le sue esigenze e problematiche.