Dotata di una palestra dedicata alla riabilitazione,
i tutorial personalizzati di RIABFARM SPORT sono finalizzati al recupero e al ritorno all’attività sportiva.

Un’attenta analisi delle tecnopatia dell’atleta consente sia una formidabile prevenzione
sia un veloce recupero e ritorno all’attività agonistica.

L’iter valutativo consente una completa analisi posturale, in grado di valutare il paziente con manovre mirate e verificare istantaneamente il distretto che crea la disfunzione (ad esempio una mala occlusione o un diaframma ipofunzionale) e creare un piano di lavoro sulle disfunzioni messe in evidenza.

Dotata di una palestra dedicata alla riabilitazione,i tutorial personalizzati di RIABFARM SPORT sono finalizzati al recupero e al ritorno all’attività sportiva.

Un’attenta analisi delle tecnopatia dell’atleta consente sia una formidabile prevenzione sia un veloce recupero e ritorno all’attività agonistica.

L’iter valutativo consente una completa analisi posturale, in grado di valutare il paziente con manovre mirate e verificare istantaneamente il distretto che crea la disfunzione (ad esempio una mala occlusione o un diaframma ipofunzionale) e creare un piano di lavoro sulle disfunzioni messe in evidenza.

Le principali lesioni dovute al Crossfit sembrano essere simili a quelle riportate da sport come il WEIGHTLIFTING, il POWER LIFTING, la GINNASTICA e sport a basso contatto.
Tra le varie lesioni riportate, predominano le lesioni della spalla e della colonna.

La d.ssa Tripi è specializzata in SPALLA TOP Therapy, un complesso di procedure terapiche e riabilitative per la prevenzione e il trattamento del Crossfitter.

Nel Crossfit in particolare, l’articolazione della spalla va incontro a sindrome da conflitto subacromiale e lesioni della cuffia dei rotatori ad altissimo impatto.

Gli infortuni sono solitamente causati da:

  • Errato incastro nelle alzate del WEIGHTLIFTING
  • Errato incastro nella panca piana
  • Perdita della depressione scapolare in esercizi con KIPPING
  • Perdita della depressione scapolare ed errato incastro con esercizi eseguiti con Ketbell (KB)

Per il crossfitter i danni più frequenti alla colonna lombare sono:

  • Perdite lordosi nelle alzate
  • Instabilità debolezza del CORE
  • Gamba corta (vera o finta)
  • Errata posizione GHD SIT UP/POWER

Si può facilmente degenerare nella famosa ernia discale (quasi sempre a partire da Perdita lordosi nelle alzate), contratture dolorose e/o artropatia delle faccette vertebrali.

In presenza di una colonna in disfunzione, in cui si è perso il movimento del bacino e si sono disattivati alcuni stabilizzatori profondi, ogni gesto dell’atleta potrebbe essere rischioso, soprattutto se non compensato con un lavoro di stabilizzazione.

Le principali lesioni dovute al Crossfit sembrano essere simili a quelle riportate da sport come il WEIGHTLIFTING, il POWER LIFTING, la GINNASTICA e sport a basso contatto.
Tra le varie lesioni riportate, predominano le lesioni della spalla e della colonna.

La d.ssa Tripi è specializzata in SPALLA TOP Therapy, un complesso di procedure terapiche e riabilitative per la prevenzione e il trattamento del Crossfitter.

Nel Crossfit in particolare, l’articolazione della spalla va incontro a sindrome da conflitto subacromiale e lesioni della cuffia dei rotatori ad altissimo impatto.

Gli infortuni sono solitamente causati da:

  • Errato incastro nelle alzate del WEIGHTLIFTING
  • Errato incastro nella panca piana
  • Perdita della depressione scapolare in esercizi con KIPPING
  • Perdita della depressione scapolare ed errato incastro con esercizi eseguiti con Ketbell (KB)

Per il crossfitter i danni più frequenti alla colonna lombare sono:

  • Perdite lordosi nelle alzate
  • Instabilità debolezza del CORE
  • Gamba corta (vera o finta)
  • Errata posizione GHD SIT UP/POWER

Si può facilmente degenerare nella famosa ernia discale (quasi sempre a partire da Perdita lordosi nelle alzate), contratture dolorose e/o artropatia delle faccette vertebrali.

In presenza di una colonna in disfunzione, in cui si è perso il movimento del bacino e si sono disattivati alcuni stabilizzatori profondi, ogni gesto dell’atleta potrebbe essere rischioso, soprattutto se non compensato con un lavoro di stabilizzazione.

SOFFRI DI CAPOGIRI
E CONTESTUALE DOLORE ALLA MANDIBOLA?

potrebbe trattarsi
di un disordine cranio-cervico mandibolare.

contattaci ora

STAI RECUPERANDO UN INFORTUNIO
MA IL DOLORE È ANCORA COSTANTE?

La terapia del dolore acuto e cronico
unita a una valutazione baropodometrica
potrebbero fare al caso tuo!

contattaci ora

Durante la pedalata le gambe dei ciclisti di MTB danno vita a forze torsionali molto potenti. Queste presentano una direttrice verticale che non si sblocca sui pedali, bensì sul torso e vengono assorbite dal “Core” ovvero dall’insieme di schiena, addominali e pettorali, causando affaticamento e infiammazioni.

Inoltre quando si è seduti in sella la schiena, allineata con il tubo piantone e il reggisella, diviene il termine ultimo della vibrazione che dalla ruota posteriore passa al telaio, sollecitando la muscolatura.

In posizioni aerodinamiche, i muscoli lombari vanno in trazione e rimangono tesi per parecchio tempo.

Principali cause di lombalgia:

  • Bici di taglia diversa rispetto alle caratteristiche fisiche
  • Errori nella regolazione della misura della sella
  • Stile di guida errato durante una lunga discesa su terreno scosceso
  • Muscolatura centrale sottosviluppata (ipertensione del CORE)
  • Rigidità lombosacrale
  • Eterometria
  • Pregresse lesione non riabilitate adeguatamente (chirurgia LCA)

All’interno di una buona prevenzione risulta indispensabile il Progetto Colonna, un’attenta valutazione dell’atleta al fine di individuare e prevenire infortuni.

Durante la pedalata le gambe dei ciclisti di MTB danno vita a forze torsionali molto potenti. Queste presentano una direttrice verticale che non si sblocca sui pedali, bensì sul torso e vengono assorbite dal “Core” ovvero dall’insieme di schiena, addominali e pettorali, causando affaticamento e infiammazioni.

Inoltre quando si è seduti in sella la schiena, allineata con il tubo piantone e il reggisella, diviene il termine ultimo della vibrazione che dalla ruota posteriore passa al telaio, sollecitando la muscolatura.

In posizioni aerodinamiche, i muscoli lombari vanno in trazione e rimangono tesi per parecchio tempo.

Principali cause di lombalgia:

  • Bici di taglia diversa rispetto alle caratteristiche fisiche
  • Errori nella regolazione della misura della sella
  • Stile di guida errato durante una lunga discesa su terreno scosceso
  • Muscolatura centrale sottosviluppata (ipertensione del CORE)
  • Rigidità lombosacrale
  • Eterometria
  • Pregresse lesione non riabilitate adeguatamente (chirurgia LCA)

All’interno di una buona prevenzione risulta indispensabile il Progetto Colonna, un’attenta valutazione dell’atleta al fine di individuare e prevenire infortuni.

SOFFRI DI CAPOGIRI
E CONTESTUALE DOLORE ALLA MANDIBOLA?

potrebbe trattarsi
di un disordine cranio-cervico mandibolare.

contattaci ora

STAI RECUPERANDO UN INFORTUNIO
MA IL DOLORE È ANCORA COSTANTE?

La terapia del dolore acuto e cronico
unita a una valutazione baropodometrica
potrebbero fare al caso tuo!

contattaci ora

In uno sport asimmetrico come il Tennis, l’overuse dell’arto superiore del tennista può spesso comportare patologie infiammatorie a carico della spalla o del gomito (TENNIS ELBOW) o lesioni muscolari.

Pertanto anche in questo caso risulta indispensabile la prevenzione.
SPALLA TOP Therapy analizza la cinetica scapolare evidenziando disfunzione e lassità della spalla al fine di evitare esiti lesionali e trattamenti preventivi sia con terapia manuale che con terapia propriocettiva per gestire la salute della spalla dello sportivo.

In uno sport asimmetrico come il Tennis, l’overuse dell’arto superiore del tennista può spesso comportare patologie infiammatorie a carico della spalla o del gomito (TENNIS ELBOW) o lesioni muscolari.

Pertanto anche in questo caso risulta indispensabile la prevenzione.
SPALLA TOP Therapy analizza la cinetica scapolare evidenziando disfunzione e lassità della spalla al fine di evitare esiti lesionali e trattamenti preventivi sia con terapia manuale che con terapia propriocettiva per gestire la salute della spalla dello sportivo.

SOFFRI DI CAPOGIRI
E CONTESTUALE DOLORE ALLA MANDIBOLA?

potrebbe trattarsi
di un disordine cranio-cervico mandibolare.

contattaci ora

STAI RECUPERANDO UN INFORTUNIO
MA IL DOLORE È ANCORA COSTANTE?

La terapia del dolore acuto e cronico
unita a una valutazione baropodometrica
potrebbero fare al caso tuo!

contattaci ora


La dr.ssa Anna Tripi effettua la SPINOMETRIA Computerizzata Formetric 4D Motion, un’analisi posturale di ultima generazione inserita nella cosiddetta “Scienza per la colonna” o “Progetto Colonna”. Valutazione posturale che consente la ricostruzione della colonna in 3D e un’attenta analisi propriocettiva durante l’iter terapeutico, preventivo e valutativo.

Il Progetto Colonna si occupa di testare la funzione degli esterocettori che influenzano la postura (ATM, occhio, lingua, piede) e il funzionamento dell’analisi posturale sulla stessa (byte, plantare).

Si tratta ormai di un indispensabile screening diagnostico per gli atleti di crossfit, tennis, MTB, ciclismo su strada e molti altri sport, per i paziente con dolore alla colonna e per i giovani pazienti in fase di accrescimento o durante un’ortodonzia, per determinare la connessione tra bocca e postura e apprezzare la valutazione durante il lavoro ortodontico, prevenendo così un dolore alla colonna nei più giovani.

La dr.ssa Anna Tripi effettua la SPINOMETRIA Computerizzata Formetric 4D Motion, un’analisi posturale di ultima generazione inserita nella cosiddetta “Scienza per la colonna” o “Progetto Colonna”. Valutazione posturale che consente la ricostruzione della colonna in 3D e un’attenta analisi propriocettiva durante l’iter terapeutico, preventivo e valutativo.

Il Progetto Colonna si occupa di testare la funzione degli esterocettori che influenzano la postura (ATM, occhio, lingua, piede) e il funzionamento dell’analisi posturale sulla stessa (byte, plantare).

Si tratta ormai di un indispensabile screening diagnostico per gli atleti di crossfit, tennis, MTB, ciclismo su strada e molti altri sport, per i paziente con dolore alla colonna e per i giovani pazienti in fase di accrescimento o durante un’ortodonzia, per determinare la connessione tra bocca e postura e apprezzare la valutazione durante il lavoro ortodontico, prevenendo così un dolore alla colonna nei più giovani.

STAI RECUPERANDO UN INFORTUNIO
MA IL DOLORE È ANCORA COSTANTE?

La terapia del dolore acuto e cronico
unita a una valutazione baropodometrica
potrebbero fare al caso tuo!

contattaci ora